Guarnigione della Legione Straniera in mezzo al deserto….

Al suo comando e’ inviato un nuovo generale che trova il forte in una situazione disastrosa: mura diroccate, il portone d’ingresso senza soldati di guardia, la piazza d’armi deserta, l’armeria sotto sopra, le armi sporche e prive di manutenzione, le cucine puzzolenti, la camerata della truppa nel disordine piu’ completo. Il generale per ultimo entra nelle stalle, e che vi trova? Un tappeto rosso in terra circondato da mazzi di fiori, una mangiatoia piena di cibo, ed in mezzo a tutto cio’…..una cammella! Il generale infuriato chiama il sergente per chiedergli spiegazioni. Ed il sergente:
“Vede generale, qui ci sono solo uomini, il paese e’ lontano, certi bisogni nella truppa si fanno sentire!”.
Il generale:
“Che indecenza! Noi siamo dei soldati della Legione Straniera, degli uomini duri, allontani la cammella e faccia mettere al lavoro i soldati.
Passa qualche mese, le condizioni al forte migliorano, ma il malcontento tra la truppa serpeggia; anche il generale, dopo qualche mese di astinenza, incomincia a ricredersi riguardo alla presenza della cammella nel forte. Un giorno raduna la truppa e dice loro: “Soldati! Ho deciso di far tornare la cammella nel forte”.
I soldati sono euforici. Il giorno in cui la cammella ritorna c’e’ grande festa. Prende la parola il sergente:
“Generale, lei naturalmente sara’ il primo ad usufruire della cammella”.
Il generale viene fatto entrare nella stalla, si chiudono le porte. Dopo un quarto d’ora il generale esce visibilmente soddisfatto; il sergente gli si rivolge con una certa sorpresa:
“Ma come Generale, ha gia’ finito?”.
Il Generale:
“Si’, perche’ voi altri di solito quanto tempo ci impiegate?”.
Sergente:
“Beh, per sellare la cammella, arrivare al paese, trovare il bordello, ritornare al forte… 5 o 6 ore ci vogliono!”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *