Lo sapevi che fare l’amore aiuta a studiare meglio?

BOSTON – Arriva dal MIiT l’esito di un esperimento condotto per sei mesi da un’equipe di scienziati che volevano provare i benefici prodotti dall’attività sessuale affiancata allo studio.
L’esperimento era basato sull’ipotesi che le endorfine, rilasciate durante l’orgasmo, stimolino le aree del cervello utili alla memorizzazione d’informazioni. Tale reazione, infatti, secondo la teoria del professor Michael Alnita avviene dopo 35 minuti dall’attività sessuale.

L’ESPERIMENTO – Un team di psicologi e sessuologi è stato incaricato di individuare i soggetti (15 coppie)maggiormente qualificati per l’esperimento . In particolare sono state scelte coppie con un’attività sessuale regolare e con affinità di coppia elevata. Inoltre è stato svolto un test per verificare l’IQ di ogni studente. Ogni giorno sono state effettuate delle esercitazioni appositamente create per verificare le capacità di memorizzazione di ogni soggetto raccogliendo di volta in volta i dati. I test sono stati svolti dapprima in totale astinenza sessuale e successivamente ad una distanza di crescente dai 5 ai 60 minuti dal raggiungimento dell’orgasmo.

I RISULTATI

I risultati sono sorprendenti; dai grafici seguenti si evince il miglioramento progressivo delle capacità medie di memorizzazione dei soggetti osservati. Il professor Michael Alnita fa’ notare come dopo una fase di calo del rendimento di memorizzazione nella fase immediatamente dopo l’orgasmo, dovuta principalmente alla stanchezza fisica post-prestazione, le funzioni migliorano grazie all’intervento delle endorfine rilasciate durante l’orgasmo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *