MARITO VIOLENTO, GIUDICE LO CONDANNA AD UNA CENA ROMANTICA CON LA MOGLIE

Questa corte vi condanna…ad uscire a cena in un ristorante di pesce per una cenetta romantica a lume di candela, poi a trascorrere la serata in una sala da bowling, il tutto dopo l’acquisto da parte del marito di un mazzo di fiori per lei. La singolare sentenza, che ha lasciato tutti i presenti stupefatti, è stata emessa da un giudice in Florida nei confronti di una coppia, i coniugi Joseph e Sonya Bray, che si è presentata in tribunale per una lite, sfociata in un episodio di violenza da parte del marito.
Un’aggressione che il giudice John Hurley, del tribunale di contea di Broward, a Fort Lauderdale, ha giudicato «isolata», che non si ripeterà, e anche «minore» come gravità. L’aggressione, ha raccontato la signora Bray, 39 anni, c’è stata al culmine di una discussione, innescata dal rimprovero di lei, offesa perché il marito si era scordato del suo compleanno.
Da lei, dice il giudice Hurley, ha avuto l’assicurazione, confidenziale, di non sentirsi minacciata dal marito. Il giudice Hurley – scrive oggi il sito del tabloid britannico Daily Mail – ha cioè preferito cercare di forzare i due a fare pace e a ritrovarsi. E anche se la tensione fra i coniugi sembra non grave, o in fase embrionale, il giudice ha ugualmente imposto ai Bray di frequentare un consultorio per una terapia di coppia.
Prima però la pace va fatta davanti a un piatto di aragosta, ostriche o gamberoni e champagne. La sentenza però specifica anche che la cena va consumata in uno dei ristoranti della catena ‘Red Lobster’. Poi, volente o nolente, il bowling.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *