Palermo: dipendente Provincia pagato per spalare neve a luglio

Pagato per spalare la neve a luglio. Accade non in qualche paesino delle Alpi, ma nella rovente Palermo, dove il termometro d’estate supera anche i 33 gradi. Protagonista della vicenda che ha dell’incredibile e’ un dipendente della Provincia, assegnato al Servizio di Protezione civile. L’infaticabile lavoratore, come racconta oggi ‘Repubblica’, a luglio scorso ha chiesto ed ottenuto il pagamento di 42 ore e mezzo di straordinario, piu’ altre tre di ‘notturno’ per spalamento neve, voce dal 2001 regolamente inserita tra quelle delle prestazioni straordinarie. Cosi’ il dipendente a maggio scorso ha totalizzato 53 ore di pulizia straordinaria di strade e sentieri, a luglio e’ stato impegnato per 44 ore a spalare neve sulle Madonie e ad agosto ha totalizzato 200 ore di straordinario. Un po’ troppe per non dare nell’occhio. Cosi’ dopo la denuncia dei sindacati che hanno sollevato il caso, il dirigente del Personale ha deciso lo stop al pagamento. L’anno scorso allo stesso dipendente sono state regolarmente pagate 117 ore ad agosto e 80 di settembre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *